Image Alt

Cosa si trova nello zaino di Adam Ondra

Adam Ondra non ha certo bisogno di presentazioni. Da oltre un decennio, il prodigio di Brno si sta confermando uno degli scalatori più forti al mondo. Suo il primo 9c della storia (Silence a Flatanger nel 2017), sua la prima assoluta di un 9a+ in stile flash (Super Crackinette a Saint Léger du Ventoux nel 2018). Ha salito vari boulder fino all’8c+ e compiuto, in soli 7 giorni, la prima ripetizione di Dawn Wall, la via multipitch più difficile al mondo. In questi ultimi mesi ha liberato Zverinec, 9b+, nella sua Repubblica Ceca, e salito a vista Water World, la king line dell’enorme grottone di Ospo, liberata da Klemen Bečan nel 2014.

In una curiosa intervista, Mammut ci svela la “packing list” del materiale utilizzato da Adam Ondra nelle sue giornate in falesia.

1. Zaino: Neon Gear 45 di Mammut è molto comodo ed ha abbastanza tasche per riporre tutto il necessario, è corredato di un sacco porta corda integrato.

2. Spazzolino: il Crimper Brush di Mammut. Arrampico spesso su roccia vergine e di conseguenza devo fare molta pulizia. 

3. Chalk: uso Chalk Powder di Mammut, 100% magnesite a pezzi. 

4. Crash pad: il Mammut Slam Pad 10cm di spessore che mi porto dietro quando l’avvicinamento è breve. 

5. Rinvii Workhorse da 12 centimetri: una decina di Mammut Workhorse Keylock. Durevoli, ergonomici e comodissimi da usare, sono la mia scelta sia per salite difficili che per salite rotpunkt. 

6. Rinvii Workhorse da 17 centimetri: a volte sono necessarie fettucce più lunghe per ridurre l’attrito della fune. 

7. Rinvii Sender Keylock da 12 centimetri: li uso per salite a vista dove il clipping è molto facile. Inoltre, ottimi per l’arrampicata trad dove il peso è fondamentale.

8. Assicuratore Smart 2.0 di Mammut

9. Assicuratore GriGri con moschettone HMS: per assicurare il compagno che deve lavorare a lungo sui movimenti. Il Safety Gate impedisce al moschettone di attorcigliarsi. 

10. Imbracatura Mammut Sender: perfetto equilibrio tra leggerezza e comfort.

11. Mammut Chalk Bag: è abbastanza grande e ha una forma comoda per poter immergere rapidamente la mia grande mano.

12. Nastro: preferisco averne sempre un po’ con me per ogni evenienza.

13. Carta abrasiva: utile se si sta per strappare un callo su un polpastrello e non voglio usare il nastro adesivo.

14. Talismano: il cagnolino è un portafortuna della mia infanzia che porto sempre con me.

15. Scarpa da arrampicata Solution Comp La Sportiva: è una scarpa da arrampicata leggermente più rigida, concepita per le massime performance.

16. Scarpa da arrampicata Solution La Sportiva: morbida e precisa specifica per il boulder.

17. Scarpa da arrampicata Mantra La Sportiva: un’ottima scarpa per il riscaldamento o quando voglio godermi al massimo l’arrampicata.

18. Due ginocchiere

19. Corda da arrampicata: Mammut Crag Sender Dry da 9 millimetri è una corda singola da 80 metri che porto con me per l’arrampicata normale. 

20. Corda da arrampicata: Mammut Alpine Sender Dry da 8,7 millimetri è la mia scelta quando voglio scalare un percorso leggero e veloce.

21. Hangboard: Il Domani di Puc Training è un hangboard portatile che utilizzo per riscaldarmi in preparazione di una via.

22. Chiave inglese: trovo spesso i bulloni degli split allentati, uno dei motivi più comuni per cui si rompono. È sempre bene avere con sé una chiave inglese per serrarli.